Sportello Unico Digitale - Città di Arona

Contributo per coniugi che abbiano contratto matrimonio civile ad Arona

L’Amministrazione Comunale ha previsto l’erogazione di un contributo per coniugi che abbiano contratto matrimonio civile ad Arona e che abbiano usufruito, per il ricevimento del proprio matrimonio, di strutture ricettive e/o di ristorazione site sul territorio del Comune di Arona.

L’obiettivo è quello di incentivare lo sviluppo economico della città.

Il contributo è assegnato come segue:

– contributo pari al 100% dell’importo versato dai coniugi al Comune a titolo di rimborso spese (tariffa comunale) per la celebrazione del matrimonio o dell’unione civile nella Casa Comunale o al di fuori della stessa;

I contributi vengono assegnati fino all’esaurimento delle risorse previste in Bilancio (ed eventuali successive variazioni) dietro apposita richiesta di contributo da presentarsi all’Ufficio Polizia Amministrativa del Comune.

All’istanza andrà allegata fattura o ricevuta relativa alla spesa del ricevimento emessa dal locale in cui lo stesso è stato effettuato.

Attività e modelli

Informazioni

Chi può presentare l’istanza

A chi deve essere presentata
All’Ufficio Polizia Amministrativa del Comune.

Come deve essere presentata

Per essere ammessi al contributo occorrerà che i coniugi si trovino nelle seguenti condizioni:

  • aver contratto matrimonio o unione civile ad Arona
  • essere stati soggetti al versamento di tariffa comunale per la celebrazione di matrimonio o dell’unione civile così come determinata dalla Giunta Comunale
  • aver proseguito i festeggiamenti del matrimonio o dell’unione civile con ricevimento tenutosi presso una struttura ristorativa e/o ricettiva sita nel Comune di Arona
  • aver sostenuto un costo per il ricevimento equivalente o superiore all’entità della tariffa stessa.

Non sono previsti costi.

La liquidazione del contributo avverrà con bonifico intestato al richiedente del contributo (non è possibile effettuare accrediti in c/c terzi) sul codice IBAN indicato nella domanda.

Nel corso del procedimento l’interessato può prendere visione degli atti del procedimento e presentare memorie scritte e documenti. Nei confronti del provvedimento finale è possibile avvalersi delle tutele amministrative e giurisdizionali previste dall’ordinamento vigente.

Maggiori informazioni sugli strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale.

Ultima modifica: 5 Novembre 2021 alle 17:42
torna all'inizio del contenuto