Sportello Unico Digitale - Città di Arona

Imposta di soggiorno

L’imposta di soggiorno, o tassa di soggiorno, è un’imposta di carattere locale applicata a carico di ogni soggetto, non residente nel Comune, per ogni pernottamento nelle strutture ricettive situate nel territorio del Comune, classificato come località turistica o città d’arte.

Il soggetto responsabile degli obblighi tributari è il gestore della struttura ricettiva presso la quale sono ospitati coloro che sono tenuti al pagamento dell’imposta. Con riferimento alle locazioni brevi, il soggetto responsabile degli obblighi tributari è il soggetto che incassa il canone o il corrispettivo, il soggetto che esercita attività di intermediazione immobiliare (qualora intervenga nel pagamento dei canoni o corrispettivi di locazioni brevi), il soggetto che gestisce portali telematici (qualora intervenga nel pagamento dei canoni o corrispettivi di locazioni brevi) ovvero l’eventuale rappresentante fiscale di cui all’ Art. 4 D.L. 24 aprile 2017 n. 50 c. 5-bis.

I soggetti responsabili degli obblighi tributari di cui sopra assumono anche la funzione di agenti contabili e sono pertanto tenuti alla resa del conto giudiziale. Il conto giudiziale, redatto su modello ministeriale, va effettuato in copia originale, sottoscritto dal rappresentante legale della struttura ed inviato entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello a cui si riferisce.

Attività e modelli

Informazioni

SUTRI – Modalità presentazione:
La dichiarazione, unitamente agli allegati richiesti, potrà essere mensilmente trasmessa attraverso una delle seguenti modalità:

  • per via telematica, utilizzando il seguente link https://servizi-onlinecom.serversicuro.it/arona/ per la compilazione online della dichiarazione
    (per le iscrizioni al link dei nuovi soggetti passivi, contattare l’Ufficio Tributi);
  • tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: protocollo@pec.comune.arona.no.it oppure tramite email all’indirizzo: protocollo@comune.arona.no.it, osservando una delle seguenti condizioni:
    – che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
    – che il richiedente sia identificato dal sistema informatico con l’uso della Carta d’identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l’individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
    – che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
    – che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d’identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.

Chi può presentare l’istanza
Deve essere presentata dal legale rappresentante, in caso di società, o dal soggetto, persona fisica, titolare della ditta individuale, o da un delegato appositamente designato tramite procura.

A chi deve essere presentata
Allo sportello competente per il territorio in cui si svolge l’attività o è situato l’impianto oggetto dell’attività produttiva o di prestazione di servizi.

Come deve essere presentata
L’istanza deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso questo portale.

Non sono previsti requisiti particolari.

Nel corso del procedimento l’interessato può prendere visione degli atti del procedimento e presentare memorie scritte e documenti. Nei confronti del provvedimento finale è possibile avvalersi delle tutele amministrative e giurisdizionali previste dall’ordinamento vigente.

Maggiori informazioni sugli strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale.

Nel caso l’utente sia autenticato è possibile consultare le informazioni dalla sezione La mia
scrivania digitale – Istanze presentate e stato di avanzamento
.

Ultima modifica: 26 Novembre 2021 alle 08:42
torna all'inizio del contenuto