Sportello Unico Digitale - Città di Arona

Ricorso al Giudice di Pace

Il Codice della Strada prevede la possibilità di fare ricorso alle multe ricevute se si ritiene che la sanzione sia illegittima o ingiusta.

I cittadini che hanno intenzione di proporre ricorso al Giudice di Pace per sanzioni amministrative relative al Codice della Strada possono farlo entro 30 giorni dalla contestazione su strada o dalla notifica della multa, sempre che questa non sia già stata pagata.

Il ricorso al Giudice di Pace può essere proposto anche dopo l’esito negativo del ricorso al Prefetto, o per le cartelle esattoriali, che vengono emesse in caso di mancato pagamento delle multe, ma in questo caso il termine per il ricorso è di 30 giorni dalla notifica (ricevimento) delle cartelle esattoriali, in caso di mancata notifica (non aver ricevuto notizia del verbale).

Attività e modelli

Informazioni

SUOCC – Modalità presentazione:
La richiesta, unitamente agli allegati richiesti, potrà essere trasmessa attraverso una delle seguenti modalità:

  • di persona presso la Cancelleria del Giudice di Pace sita in Corso Europa n. 3 – 28922 Verbania (VB);
  • per raccomandata da spedire al seguente indirizzo: Ufficio del Giudice di Pace di Verbania – Corso Europa n. 3 – 28922 Verbania (VB), allegando i seguenti documenti:
    • n. 1 originale del ricorso più 3 copie;
    • originale del verbale di contestazione della violazione comprendente la busta con cui è stato inviato (che riporta la data di ricevimento della multa se questa è stata notificata per posta);
    • ogni altro documento ritenuto utile dall’interessato;
    • copia di un documento di riconoscimento valido. 

Chi può presentare l’istanza

Il ricorso può essere presentato dalla persona a cui è stato notificato il verbale, se conducente del veicolo, diversamente dal proprietario dello stesso.

A chi deve essere presentata

L’interessato deve fare ricorso al Giudice di Pace competente per il territorio del luogo in cui è stata commessa la violazione al Codice della Strada.

Come deve essere presentata

Non sono previsti requisiti particolari.

Il ricorso al Giudice di Pace è soggetto al pagamento del “contributo unificato”, da versare in tabaccheria. Tale contributo è in base al valore della controversia.

Per l’anno 2018 il contributo è pari a:

Soglia
Contributo
Note

Per importi fino a € 1.100,00

€ 43,00

 

Per importi sopra i € 1.100,00 a € 5.200 €

€ 98,00

 

Per importi sopra i € 5.200,00

€ 237,00

 

Per importi indeterminabili

€ 237,00

se il ricorso è di sola competenza del Giudice di Pace

Inoltre, se la causa ha valore superiore a € 1033,00, al ricorso deve essere applicata una marca da bollo del valore pari a € 27,00.

Il contributo unificato, deve essere pagato prima di depositare l’atto presso il tribunale, per cui va presentata la ricevuta di pagamento.

Nel corso del procedimento l’interessato può prendere visione degli atti del procedimento e presentare memorie scritte e documenti. Nei confronti del provvedimento finale è possibile avvalersi delle tutele amministrative e giurisdizionali previste dall’ordinamento vigente.

Maggiori informazioni sugli strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale.

Nel caso l’utente sia autenticato è possibile consultare le informazioni dalla sezione La mia
scrivania digitale – Istanze presentate e stato di avanzamento
.

Ultima modifica: 4 Novembre 2021 alle 09:15
torna all'inizio del contenuto