Sportello Unico Digitale - Città di Arona

Scuola di danza Scuola di ballo

La scuola di danza o scuola di ballo è il luogo ove i partecipanti apprendono l’arte della danza-ballo grazie all’insegnamento svolto da persone in possesso di adeguate conoscenze in materia.

Questa procedura è da utilizzare nel caso in cui la scuola sia unicamente finalizzata alla “semplice attività fisico-sportiva”, senza alcuna attività o manifestazione di pubblico spettacolo (quindi i terzi non sono ammessi ad assistere alle attività) e perciò l’attività non può essere ricondotta nell’ambito applicativo degli artt. 68 e 80 T.U.L.P.S. che fanno riferimento all’esercizio di pubblici spettacoli e trattenimenti. In caso contrario occorre utilizzare la modulistica relativa al pubblico spettacolo.

L’attività può essere soggetta ad autorizzazione/SCIA sanitaria se è previsto dal Regolamento di igiene del Comune e/o dall’ASL territorialmente competente; pertanto, si consiglia di consultare l’eventuale Regolamento di igiene e di rivolgersi all’ASL per conoscere gli eventuali adempimenti richiesti.

Attività e modelli

Informazioni

Chi può presentare l’istanza
Deve essere presentata dal legale rappresentante, in caso di società, o dal soggetto, persona fisica, titolare della ditta individuale, o da un delegato appositamente designato tramite procura.

A chi deve essere presentata
Allo sportello competente per il territorio in cui si svolge l’attività o è situato l’impianto oggetto dell’attività produttiva o di prestazione di servizi.

Come deve essere presentata
L’istanza deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso questo portale.

Requisiti morali: per esercitare un’attività di scuola di danza o sala da ballo, occorre essere in possesso dei requisiti morali previsti dalla normativa antimafia.
.

Requisiti professionali: per attivare un esercizio di scuola di danza-ballo non sono richiesti requisiti professionali specifici, pur se è ritenuto che coloro che svolgono l’attività di insegnamento della danza-ballo debbano avere le conoscenze adeguate per effettuare tale attività e possibilmente possedere diploma di maestro di danza o equipollente, conseguito presso una accademia o scuole private riconosciute.

Disponibilità dei locali: avere la disponibilità dei locali in cui si intende esercitare l’attività.

Conformità dei locali: i locali dove si intende svolgere l’attività devono avere caratteristiche costruttive conformi ai regolamenti edilizi comunali, ed in particolare devono rispettare la normativa vigente compresa quella in materia di prevenzione incendi, urbanistica, impatto sulla viabilità, barriere architettoniche, igienico-sanitaria, gestione dei rifiuti, tutela dell’inquinamento acustico (impatto acustico) ed avere una destinazione d’uso compatibile con l’attività stessa.

Rispetto delle norme: l’attività deve essere svolta nel rispetto delle norme applicabili all’attività oggetto dell’istanza e delle relative prescrizioni in materia di igiene pubblica, igiene edilizia, tutelaambientale (atmosfera), tutela del paesaggio, tutela della salute nei luoghi di lavoro, sicurezza degli impianti, sicurezza alimentare, regolamenti locali di polizia urbana annotaria, ecc.

Pareri-Autorizzazioni: se richiesto dalle caratteristiche dell’esercizio che si intende attivare, possono essere necessari pareri o autorizzazioni in materia di: normativa edilizia, adempimenti igienico-sanitari, valutazione di impatto acustico, certificazione sulla prevenzione incendi.

Registro imprese: l’impresa deve essere iscritta al Registro Imprese della Camera di Commercio (l’unità locale deve essere iscritta al Registro Imprese della Camera di Commercio entro un massimo di 30 giorni dalla data di avvio dell’attività).

I costi per avviare l’istanza sono composti da:

  • diritti SUAP (se richiesti);
  • diritti di istruttoria dei vari Enti coinvolti (se richiesti).Per informazioni riguardo la modalità di pagamento vedere sezione Pagamenti.
Ultima modifica: 29 Ottobre 2021 alle 16:50
torna all'inizio del contenuto