Sportello Unico Digitale - Comune di Bormida

Giochi leciti

L’esercizio di giochi leciti è sottoposto a particolare attenzione da parte del Legislatore in quanto vede una ricaduta importante sia in termini economici che sociali.

I giochi leciti si possono esercitare in appositi locali, che assumono il nome di “sale giochi”, oppure essere installati come singoli apparecchi in altri esercizi.

Le sale giochi sono locali appositamente allestiti per lo svolgimento dei giochi leciti che possono comprendere giochi da tavolo (carte, giochi in scatola, giochi di posizione, dama, scacchi, tennis tavolo, ecc.), apparecchi di divertimento ed intrattenimento meccanici ed elettromeccanici (quali biliardo, calcio-balilla, flipper, ruspe, freccette, ecc.) e apparecchi automatici, semiautomatici ed elettronici (quali new slot, videogiochi, slot machine, ecc.).

In applicazione dell’ Art. 62 L.R. 2 gennaio 2007 n. 1 , l’autorizzazione o la scia per l’esercizio dell’attività di somministrazione alimenti e bevande abilita anche alla installazione degli apparecchi per il gioco lecito. Stesso diritto vale per i circoli privati esclusivamente nello spazio destinato alla somministrazione. Vanno ovviamente rispettate le norme di pubblica sicurezza nonché i provvedimenti del Monopolio in materia di limiti numerici dei giochi in relazione alla tipologia di esercizio.

Se gli apparecchi per il gioco lecito vengono installati in esercizi diversi da quelli di somministrazione sopra riportati, quali ad esempio esercizi commerciali, artigianali, tabaccherie, ecc.oppure all’interno di un locale apposito (sala giochi), è necessario presentare una DOMANDA per ottenere l’autorizzazione ex Art. 86 T.U.L.P.S. , con l’indicazione degli apparecchi che si intende installare.

Modulistica

Informazioni

Chi può presentare l’istanza
Deve essere presentata dal legale rappresentante, in caso di società, o dal soggetto, persona fisica, titolare della ditta individuale, o da un delegato appositamente designato tramite procura.

A chi deve essere presentata
Allo sportello competente per il territorio in cui si svolge l’attività o è situato l’impianto oggetto dell’attività produttiva o di prestazione di servizi.

Come deve essere presentata
L’istanza deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso questo portale.

I costi per avviare l’istanza sono composti da:

marca da bollo di valore vigente (ove dovuto)
diritti SUAP (se richiesti)
diritti di istruttoria dei vari Enti coinvolti (se richiesti)

Per informazioni riguardo la modalità di pagamento vedere sezione Pagamenti.

Nel corso del procedimento l’interessato può prendere visione degli atti del procedimento e presentare memorie scritte e documenti. Nei confronti del provvedimento finale è possibile avvalersi delle tutele amministrative e giurisdizionali previste dall’ordinamento vigente.

Nel caso l’utente sia autenticato è possibile consultare le informazioni dalla sezione La mia scrivania digitale – Istanze presentate e stato di avanzamento.

Ultima modifica: 23 Ottobre 2023 alle 14:36
torna all'inizio del contenuto