Sportello Unico Digitale - Comune di Bormida

Turismo Struttura ricettiva alberghiera

Sono gli esercizi pubblici a gestione unitaria, aventi le caratteristiche previste dalla legge vigente ( L.R. 12 novembre 2014 n. 32 ),
che offrono ospitalità al pubblico in uno o più stabili o parti di stabili.

Sono strutture ricettive alberghiere:

  • gli alberghi;
  • le residenze turistico-alberghiere;
  • le locande;
  • gli alberghi diffusi;
  • i condhotel.

    Alberghi

    Sono alberghi le strutture ricettive che forniscono alloggio ai clienti in non meno di sette unità abitative costituite da camere. In tali strutture è consentita la presenza di unità abitative, di tipo residenza turistico-alberghiera, dotate di cucina o posto-cottura, nel limite di una capacità ricettiva non superiore al 40 per cento di quella complessiva effettiva dell’esercizio con esclusione dei posti letto aggiuntivi definiti dalle disposizioni attuative.

    Residenze turistico-alberghiere

    Sono residenze turistico-alberghiere (RTA), le strutture ricettive che forniscono alloggio ai clienti in non meno di sette unità abitative arredate, costituite da uno o due locali, con cucina o posto-cottura. È consentita la presenza di unità abitative dotate di tre locali, con cucina o posto-cottura, in numero non superiore al 40 per cento delle unità abitative complessive. È anche consentita la presenza di camere del tipo albergo, non dotate di cucina o posto-cottura, nel limite di una capacità ricettiva non superiore al 40 per cento di quella complessiva effettiva dell’esercizio con esclusione dei posti letto aggiuntivi definiti dalle disposizioni attuative.

    Locande

    Sono locande le strutture ricettive alberghiere che forniscono alloggio ai clienti in non più di sei e non meno di tre unità abitative costituite da camere. In tali strutture è consentita la presenza di unità abitative dotate di cucina o posto cottura, nel limite di una capacità ricettiva non superiore al 40 per cento di quella complessiva dell’esercizio, con esclusione dei posti letto aggiuntivi definiti dalle disposizioni attuative.

    Alberghi diffusi

    Sono alberghi diffusi le strutture ricettive ubicate in edifici ricadenti nei centri storici od in ambiti territoriali ad essi equivalenti individuati dal vigente strumento urbanistico, aventi le caratteristiche di cui alle specifiche disposizioni attuative, che forniscono alloggio ai clienti in unità abitative costituite da camere.
    Gli alberghi diffusi hanno una capacità ricettiva, comprensiva dei letti aggiuntivi, non inferiore a trenta posti letto, nei comuni con un numero di residenti superiore a 5.000, e a dieci posti letto, nei comuni con un numero di residenti non superiore a 5.000.

    Condhotel

    Sono condhotel gli alberghi esistenti che, in seguito ad intervento di riqualificazione, si configurino come strutture ricettive alberghiere aperte al pubblico, a gestione unitaria, composte da uno o più edifici ubicati nello stesso comune o da parti di essi, che forniscono alloggio ed eventualmente vitto, in camere e suite destinate alla ricettività e, in forma integrata e complementare, in unità abitative a destinazione residenziale collocate nel contesto della struttura ricettiva alberghiera stessa, dotate di servizio autonomo di cucina.

Attività e modelli

Informazioni

Chi può presentare l’istanza
Deve essere presentata dal legale rappresentante, in caso di società, o dal soggetto, persona fisica, titolare della ditta individuale, o da un delegato appositamente designato tramite procura.

A chi deve essere presentata
Allo sportello competente per il territorio in cui si svolge l’attività o è situato l’impianto oggetto dell’attività produttiva o di prestazione di servizi.

Come deve essere presentata
L’istanza deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso questo portale.

I costi per avviare l’istanza sono composti da:

  • diritti SUAP (se richiesti)
  • diritti di istruttoria dei vari Enti coinvolti (se richiesti)

    Per informazioni riguardo la modalità di pagamento vedere sezione Pagamenti.

Nel corso del procedimento l’interessato può prendere visione degli atti del procedimento e presentare memorie scritte e documenti. Nei confronti del provvedimento finale è possibile avvalersi delle tutele amministrative e giurisdizionali previste dall’ordinamento vigente.

Maggiori informazioni sugli strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale.

Nel caso l’utente sia autenticato è possibile consultare le informazioni dalla sezione La mia
scrivania digitale – Istanze presentate e stato di avanzamento
.

Ultima modifica: 23 Aprile 2021 alle 12:03
torna all'inizio del contenuto