Sportello Unico Digitale - Unione Comunità Collinare Val Tiglione e dintorni

Centri vacanza per minori Centri estivi

Come da indicazioni operative contenute nell’Allegato 1 della D.D. 17 maggio 2019 n. 392 il modello:

  • Allegato 2 – Comunicazione dei dati relativi al Centro di vacanza per minori al fine del controllo ufficiale (Reg. (CE) 852/04, Reg. (CE) 882/04)

è da inviare direttamente al SIAN dell’ASL territorialmente competente (tramite PEC o posta elettronica), senza necessità di trasmissione al Suap.

N.B.: in caso di presentazione telematica della pratica, si può procedere unicamente con la compilazione dei modelli 2194 Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) di apertura o variazioni centri di vacanza per minori al cui interno è possibile la contestuale compilazione del modello 2013 – Notifica ai fini della registrazione (unificata). Non si devono in tal caso compilare separatamente il modello di SCIA (2194) e di notifica (2013).

Il servizio di vacanza per minori si configura come una serie di attività, che si realizzano nel periodo estivo e/o in altri periodi di sospensione dell’attività scolastica, volte ad organizzare il tempo libero dei bambini/e e dei ragazzi/e; può essere svolto sia in immobili o su aree appositamente attrezzate, sia presso strutture ricettive regolarmente in attività e può essere diurno o con pernottamento, e con o senza preparazione e somministrazione di alimenti e bevande.

I servizi di vacanza possono accogliere minori fra i 6 e i 18 anni; i minori di età compresa tra 3-6 anni possono essere accolti purché i centri siano provvisti di idonee attrezzature e di personale professionalmente e numericamente adeguato. La capacità ricettiva complessiva non può superare di norma i 100 posti; nel caso in cui si superi occorre che il servizio sia organizzato per gruppi ciascuno dei quali non sia superiore a 100.

Modulistica

Informazioni

Chi può presentare l’istanza
Deve essere presentata dal legale rappresentante, in caso di società, o dal soggetto, persona fisica, titolare della ditta individuale, o da un delegato appositamente designato tramite procura.

A chi deve essere presentata
Allo sportello competente per il territorio in cui si svolge l’attività o è situato l’impianto oggetto dell’attività produttiva o di prestazione di servizi.

Come deve essere presentata
L’istanza deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso questo portale.

I costi per avviare l’istanza sono composti da:

diritti SUAP (se richiesti);
diritti di istruttoria dei vari Enti coinvolti (se richiesti).

Per informazioni riguardo la modalità di pagamento vedere sezione Pagamenti.

Nel corso del procedimento l’interessato può prendere visione degli atti del procedimento e presentare memorie scritte e documenti. Nei confronti del provvedimento finale è possibile avvalersi delle tutele amministrative e giurisdizionali previste dall’ordinamento vigente.

Nel caso l’utente sia autenticato è possibile consultare le informazioni dalla sezione La mia scrivania digitale – Istanze presentate e stato di avanzamento.

Ultima modifica: 3 Giugno 2022 alle 15:49
torna all'inizio del contenuto